Starbucks vuole creare un ‘terzo luogo’ digitale con una community collezionista di NFT

Starbucks ha annunciato l’intenzione di creare un “Third Place” digitale, corrispettivo virtuale di quell’ambiente a metà strada tra casa e lavoro, incentrato sui concetto di connessione e appartenenza.

Tutto ciò, raccontato in un blog post firmato dal chief marketing officer Brady Brewer e dall’advisor Adam Brotman, dovrebbe avvenire entro fine anno e fa parte del grande piano di Starbucks, finanziato da 1 miliardo di dollari, per motivare i dipendenti e rinnovare la customer experience alla luce del cambiamento delle abitudini delle persone dopo la pandemia.

Questa comunità digitale globale, definita da collaborazione, esperienze e proprietà condivisa, concetti fondativi del web3, potrebbe partire inizialmente da temi inerenti il caffè per espandersi in un secondo momento a tutti gli ambiti coerenti con il brand Starbucks, ovvero arte, cultura, cinema, libri, musica. Si tratterà di un business parallelo a quello delle caffetterie, in grado di generare ricavi e di portare valore ai lavoratori della catena, ai clienti e all’azienda. Come? Attraverso gli NFT.

«Siamo affascinati dal modo in cui gli NFT consentono alle persone di possedere una risorsa digitale programmabile e brandizzabile, che funge anche da pass di accesso. Hanno anche un ampio potenziale per creare un modello ampliato di proprietà condivisa per loyalty, offerta di esperienze uniche, la costruzione di comunità, storytelling e customer engagement. E, allo stesso tempo, è anche una fonte di business” spiegano Brewer e Brotman.

L’intenzione è creare una serie di collezioni di NFT brandizzati che permetteranno di aderire alla community digitale e di accedere a esperienze e vantaggi. Alla loro realizzazione collaboreranno artisti, innovatori e brand che condividono approccio e mentalità con Starbucks, che sceglierà di volta in volta i temi attingendo sia al suo patrimonio storico che toccando nuove fonti di ispirazione.

I primi interessati saranno i 27 milioni di membri del programma Rewards attivi negli Usa e i collezionisti del merchandising Starbucks. L’introduzione sarà graduale, sperimentando e imparando contemporaneamente. La prima raccolta sarà dedicata all’arte del caffè e porterà con sé una serie di esperienze e vantaggi eccezionali, degni dell’esordio del brand in questa nuova dimensione.

Starbucks vuole creare un ‘terzo luogo’ digitale con una community collezionista di NFT ultima modifica: 2022-05-06T12:14:36+02:00 da Redazione

Tags:

, ,

Related posts